Palermo, approvato il piano risanamento dell’Amat: saranno assunti 100 nuovi autisti

La Giunta comunale di Palermo ha approvato il Piano di risanamento aziendale 2019-2021 dell’AMAT (l’azienda di trasporto pubblico del capoluogo). Il piano è stato proposto dall’Amministratore unico dell’azienda, Michele Cimino e non avrà costi aggiuntivi per l’amministrazione.

Il piano di risanamento (oltre ad una spending review, il potenziamento della ZTL e dei servizi di mobilità sostenibile, il contrasto al “portoghesismo” e la gestione del Tram) prevede anche l’assunzione nel biennio 2020-2021 di 100 nuovi autisti, 50 lavoratori da destinare alla rifondazione dell’officina, al potenziamento delle attività di segnaletica stradale e di sosta tariffata e di 10 unità che ricopriranno figure intermedie per lo svolgimento di attività di monitoraggio e controllo della qualità e quantità dei servizi resi tra le rispettive direzioni e gli addetti dei servizi.

Sul fronte assunzione degli autisti, l’Amministratore di Amat ha ricevuto incarico di prorogare i termini di scadenza del bando, già pubblicato, di due mesi (cioè fino al 19 ottobre), in modo tale che, prima di tale scadenza, sia definitivamente approvato il Piano di fabbisogno.

Il sindaco Leoluca Orlando ha commentato: “È un passaggio importante nel piano della rafforzamento del trasporto pubblico nel breve e medio periodo mentre continua il lavoro strategico per la nuova mobilità dolce e sostenibile basata sulle nuove linee di tram e la rete di parcheggi di scambio. In sintesi un passaggio essenziale per disegnare la città e i servizi del futuro”.

Giusto Catania, Assessore alla Mobilità afferma: “Con il piano approvato oggi si costruiscono solide basi per risanare i conti e soprattutto la piena operatività dell’Amat, grazie anche al concorso per l’assunzione degli autisti che potrà proseguire il proprio iter. Il riconoscimento del Tram come parte integrante del sistema del trasporto è, prima ancora che un riconoscimento amministrativo, un dato di fatto politico che contribuisce a rafforzare la prospettiva della gestione pubblica di questo servizio essenziale”.

“Oggi viene riconosciuto il buon lavoro fatto da Amat in questi mesi, ad un anno esatto dal mio insediamento – afferma Michele Cimino, Amministratore unico di Amat – Finalmente siamo pronti ad attivare la fase ‘due’, con il potenziamento dei servizi. Avere avuto il via libera all’aumento della dotazione organica degli autisti servirà anche a determinare l’incremento dell’attività di verifica dei titoli di viaggio a bordo dei bus e ai nodi, per un servizio più efficiente in favore dell’utenza. L’azienda – ha concluso Cimino – si è mossa seguendo i criteri del buon andamento e della trasparenza della pubblica amministrazione, con l’obiettivo di raggiungere la piena efficienza dei servizi di trasporto pubblico”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI