Palermo, armi e droga dentro una villa bunker al Cep: sette persone arrestate / NOMI

Sette persone, accusate a vario titolo di detenzione e porto abusivo di armi da fuoco, ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, sono state arrestate dai Carabinieri della Compagnia Palermo San Lorenzo. Ecco i nomi: Alessandro Bologna (54 anni), i figli Enrico (28 anni) e Salvatore Samuel (19), la moglie Maria Antonia Taormina (53), Alessandro Cannarozzo (32), Domenico Caruso (28) e Giuseppe Fasullo (53).

L’indagine è stata volta tra marzo e giugno 2020 ed è scattata dopo la scoperta di un deposito di armi e munizioni vicino una villetta a Fondo Gallo, nel quartiere CepBorgonuovo. Il deposito veniva utilizzato dai proprietari, marito moglie e due dei loro tre figli, per nascondere armi comuni da sparo e clandestine.

Durante le indagini, sei persone sono state arrestate in flagranza di reato e recuperate una serie di armi. Gli arrestati gestivano anche un traffico di sostanze stupefacenti; è stata infatti sequestrata un’intera piantagione di marijuana.

Nel corso dell’operazione, inoltre, è stato trovato un macello abusivo dove venivano illegalmente abbattuti e lavorati numerosi suini, con il successivo sequestro di più di un quintale di carne in cella frigorifera.

COVID IN SICILIA, ISTITUITE SEI NUOVE ZONE ROSSE

PALERMO IN ZONA ROSSA, ECCO COSA SI PUÒ FARE

COVID, PALERMO IN ZONA ROSSA FINO AL 14 APRILE

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI