Palermo, atto vandalico al Parco della Salute del Foro Italico: incendiata una giostra

Un incendio, quasi certamente doloso, la scorsa notte ha danneggiato una giostra per bambini il Parco della salute a Palermo. I danni ovviamente sono limitati e l’incendio è stato circoscritto nel giro di pochi minuti. Era l’1,50 circa, quando è scattata la richiesta d’intervento alla centrale operativa del 115 che ha inviato due squadre di pronto intervento. Sul posto anche la Scientifica e la Polizia municipale.

Si tratta di un atto vandalico che lascia l’amaro in bocca. Il Parco della Salute, infatti, è uno spazio verde che si trova nella zona del Foro Italico, intitolato a Livia Morello, la giovane figlia del giornalista di Tgs, Angelo, deceduta qualche anno fa. Questa zona del Foro Italico era stata arricchita da un parco per bambini grazie al ricavato di manifestazioni di beneficenza promosse dalla Fondazione Livia onlus.

“Dei balordi – si legge in un avviso affisso dall’associazione Vivo sano onlus, che gestisce lo spazio verde – hanno bruciato la ‘goletta’, uno di giochi più importanti del parco (una sorta di nave con timone e due scivoli). Apriremo nuovamente il parco per consentire ai tanti bimbi che lo frequentano di giocare e fare sport in un luogo loro dedicato e per fare capire a chi non vuole il bene di questa città quanto siano inutili questi gesti di vigliaccheria. Vivi sano onlus, associazione che ha riqualificato e gestisce il parco della salute senza contributi pubblici continuerà, tutti i giorni, a curare l’area e a garantire lo svolgimento delle attività gratuite che vengono organizzate grazie al sostegno di tanta brava gente”.

Il sindaco Leoluca Orlando, che in mattinata ha visionato l’area, ha incontrato i responsabili del sito e gli inquirenti  e ha commentato: “Un atto ignobile. Chi lo ha compiuto odia la città e i palermitani, soprattutto i più piccoli, che qui vengono per giocare e per fare sport, e che sono le prime vittime di questi gesti vigliacchi. Confidiamo nella forze dell’ordine affinché riescano presto a individuare i colpevoli, mentre con il vicesindaco Fabio Giambrone, che ha la delega al decoro, ci attiveremo per continuare a sostenere l’importante lavoro di chi ha restituito questo spazio alla fruizione dei cittadini”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI