zamparini, processo il 2 luglio con rito immediato

Palermo calcio, tre indagati per una fuga di notizie sull’istanza di fallimento della società

Tre indagati a Caltanissetta per una presunta fuga di notizie relativa all’istanza di fallimento del Palermo calcio, presentata dalla procura palermitana nel novembre 2017 e respinta nel marzo scorso. Agli atti telefonate e rassicurazioni che avrebbero anticipato il buon esito del giudizio. La procura di Palermo ha inviato gli atti a Caltanissetta che riguardano un legale, l’ex presidente del Palermo Giovanni Giammarva e il giudice delegato alla trattazione dell’istanza.

Si tratta di uno dei passaggi della tormentata storia della società rosanero negli ultimi anni, di cui un capitolo sono anche le motivazioni depositate del provvedimento con con cui lo scorso 5 ottobre il tribunale del Riesame ha stabilito che il patron Maurizio Zamparini meritava gli arresti domiciliari: i giudici, parlando di “una tendenza a eludere, aggirare, violare la disciplina fiscale, contabile, societaria e quella a tutela del credito” e di una personalità “altamente negativa, assai incline alla commissione di delitti di falsità e, soprattutto, di falsità in ambito economico, per nulla limitata dalla consapevolezza di procedimenti giudiziari o amministrativi in corso di svolgimento”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI