Palermo, cantiere infinito in via Roma: la fine dei lavori rischia di slittare al 2021

Un cantiere infinito e una promessa che rischia di non essere mantenuta, ancora una volta . É il caso dei lavori in Via Roma a Palermo per il nuovo collettore fognario, per il quale l’impresa Amec ha comunicato di non essere più sicura di terminare l’opera entro Natale, dopo la proroga già concessa a luglio per un cantiere avviato ormai 5 anni fa e che in origine sarebbe dovuto terminare nell’ottobre 2018.

Come riportato nell’edizione odierna di Repubblica Palermo, Amec (che è subentrata a Sikelia – che a sua volta era subentrata a Tecnis) afferma che per riuscire a liberare le strade entro il mese di dicembre bisognerebbe assumere nuovi operai, ma non ha i soldi per farlo. Nelle casse d’appalto sarebbero rimasti ormai 4 dei 16 milioni complessivi.

Anche l’assessore Giusto Catania, dopo il vertice in vista della sperimentazione della pedonalizzazione di via Ruggero Settimo e via Amari, ammette: “Purtroppo non abbiamo certezze che l’incrocio sarà libero entro Natale”. I sindacati si schierano con l’azienda e contro il Comune: “Palazzo delle Aquile in questi anni è rimasto a guardare – afferma Pietro Ceraulo di Fillea Cgil Palermo – Adesso perlomeno i lavori vanno avanti ma i ritardi nei tempi di consegna non possono essere addebitati solo all’azienda”.

NEGOZIO APERTI LA DOMENICA ANCHE DOPO LE 14

COVID, IL BOLLETTINO IN SICILIA (7 NOVEMBRE)

NUOVE “ZONE ROSSE” A CESARO’ E SAN TEODORO

CONTE AVVERTE: “RIFIUTANDO LE ZONE SI RISCHIA IL LOCKDOWN”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI