Palermo, completato il nuovo Piano Regolatore. Le carte ora passano al Genio Civile

Il nuovo Piano regolatore generale della città di Palermo è in dirittura d’arrivo. I tecnici dell’ufficio del piano hanno concluso il lavoro di redazione, lunedì è previsto l’invio al Genio Civile per il parere obbligatorio.

La notizia è stata comunicata dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando e dall’assessore all’Urbanistica Giusto Catania, soddisfatti per il lavoro svolto dai tecnici. Adesso il Genio Civile ha sessanta giorni di tempo per esprimere il parere e poi lo strumento urbanistico passerà al vaglio del Consiglio Comunale.

“Il Piano regolatore è perfettamente in linea con gli indirizzi espressi dal Consiglio comunale – dichiara il sindaco – infatti, con l’approvazione dello schema di massima si è evidenziata la volontà politica di costruire una ‘città bioecologica’ proiettata nel 2030 e caratterizzata da consumo zero di suolo”.

Dall’opposizione si levano però voci di dissenso. I consiglieri comunali indipendenti, Giulia Argiroffi e Ugo Forello, ritengono che “non c’è nulla festeggiare. A oscurare la festa rimangono quasi 3 anni di ritardo e 8 scadenze disattese (oltre ad una misteriosa consegna all’assessore Arcuri nel 2018) mai spiegati, nonostante numerose legittime richieste di chiarimenti. A 60 anni esatti dall’evento che ha inaugurato il Sacco, la demolizione di Villa Deliella, è paradossale che ci si possa vantare di un percorso che ha voluto fin qua negare ogni forma di garanzia di qualità, di trasparenza e condivisione”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI