Palermo, è ai domiciliari ma posta sui social il video di una sparatoria: arrestato

E’ stato incarcerato dalla Polizia un cittadino palermitano in aggravamento della precedente misura degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

“Fatale” un video violento postato dal soggetto per far partire le indagini: nella ripresa avvenuta alla Zisa dal titolo “riprese Gomorra”, vi era un uomo pregiudicato che esplodeva vari colpi d’arma da fuoco.

La scena sarebbe stata ripresa con il telefonino e postata sul suo profilo social proprio dall’arrestato domiciliare. I poliziotti hanno anche constatato come in diverse occasioni l’indagato avesse ospitato nella propria abitazione soggetti di censurabile condotta.

Attraverso l’analisi del profilo sono state rinvenute altre gravi violazioni delle prescrizioni legate alla misura restrittiva: l’essersi immortalato davanti a una slot machine o durante passeggiate in bici. O ancora in compagnia di pregiudicati a guardare una partita di calcio in tv.

DONNA TROVATA MORTA NELLA SUA ABITAZIONE A ISOLA DELLE FEMMINE: DISPOSTA L’AUTOPSIA

INCENDI A PALERMO, ROGO NELLA RISERVA DI CAPO GALLO. ANCORA FOCOLAI A BELLOLAMPO

INCENDI, LA SICILIA CONTINUA A BRUCIARE: EVACUATI ALCUNI RESIDENTI A PALERMO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI