toninelli due milioni per il restauro della copertura della cattedrale di palermo

Palermo, entra in Cattedrale con la pistola in mano durante un matrimonio: preso

Non è certo il luogo più adatto per entrare con la pistola. Ma è successo, alla Cattedrale di Palermo, dove si stava celebrando un matrimonio tra Claudio Santoro e Flavia De Simone. E potete immaginare le scene di panico a cui si è assistito.

Solo panico, per fortuna, perché l’uomo – 33 anni, con disturbi psichici – è stato presto bloccato dal padre della sposa (Pietro De Simone, controllore dell’Amat) e successivamente circondato da poliziotti e carabinieri e subito condotto in Questura per la ricostruzione dell’accaduto.

IL PADRE DELLA SPOSA: Pietro De Simone ha dichiarato. “Non ci ho pensato due volte e mi sono lanciato su di lui. Non sapevo se si trattava di un’arma giocattolo o di una vera pistola. Temevo che l’uomo volesse fare del male a mia figlia. E’ riuscito comunque a rovinare il giorno più bello della mia vita”.

ALTRA TESTIMONIANZA: Un parente della sposa racconta: “Abbiamo visto un uomo che con un borsello e a tracolla e la mano infilata dentro si è avvicinato all’altare mentre si stava celebrando il matrimonio. Ha percorso la navata laterale della Cattedrale, arrivato vicino all’altare ha estratto la pistola e l’ha puntata verso un familiare di mia cugina. Ci sono state urla, bambini che piangevano, qualcuno ha cercato di andare via. Il padre della sposa ha aggirato una colonna della cattedrale ed è riuscito a bloccare l’uomo. Noi questa persona non la conosciamo. Poi sono  arrivati gli agenti di polizia e i carabinieri in borghese e l’hanno portato via. Siamo tutti molto scossi. Ha cercato di rovinare la funzione. Sono stati attimi terribili. Poi però tutto è tornato normale”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI