Palermo, ex palazzo dell’Esa nel degrado: sopralluogo di Musumeci e Scilla

Il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, l’assessore dell’Agricoltura, dello Sviluppo rurale e della Pesca mediterranea, Toni Scilla, e il presidente dell’Esa Giuseppe Catania, hanno effettuato un sopralluogo all’ex palazzo dell’Esa di Palermo. L’obiettivo è quello di restituire nuova vita all’edificio e sottrarlo al degrado e all’abbandono.

Il palazzo, all’angolo tra via Catania e via Libertà, si eleva su quattro piani più uno scantinato e può contare su una estensione complessiva di oltre 3mila metri quadrati, che si snodano attraverso un grande scalone centrale. Al suo interno sono presenti un’area destinata al giardino d’inverno e la sala biblioteca, le cui pareti sono interamente rivestite in legno.

A sormontare il palazzo, poi, è il grande terrazzo da cui si può godere di una vista suggestiva sulla zona centrale del capoluogo. Il gioiello architettonico, costruito nel 1900 e appartenuto alla storica famiglia Florio, è abbandonato da circa un decennio, durante il quale ha subito numerosi saccheggi e occupazioni.

PEDOPORNOGRAFIA ONLINE: 25 INDAGATI A CATANIA, 15 SONO MINORENNI

PALERMO, L’EX CALCIATORE VASARI TORNA LIBERO

I “CONTI” DELLA REGIONE: MANCANO I SOLDI PER I RISTORI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI