Palermo, false pensioni d’invalidità: sequestro da un milione al capo della banda

La Guardia di Finanza di Palermo ha sequestrato un milione di euro ad Antonino Randazzo, ritenuto il capo della banda, sgominata nel gennaio del 2020, che avrebbe messo in piedi una serie di truffe nei confronti dell’Inps per ottenere false pensioni di invalidità.

Randazzo, 58 anni, era già stato arrestato all’inizio dello scorso anno dal Nucleo di polizia economico finanziaria di Palermo nell’ambito dell’operazione Igea. L’accusa è di essere stato l’ideatore di un sistema pensato per realizzare truffe ai danni dell’Inps a vantaggio di diversi soggetti che avevano ottenuto pensioni di invalidità in realtà non spettanti.

Con queste accuse Randazzo, insieme ad altre 17 persone, è stato rinviato a giudizio per traffico di influenze illecite, falsità ideologica, truffa ai danni dello Stato, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e impiego di denaro di provenienza illecita. Un processo che è in fase dibattimentale davanti al Tribunale di Palermo.

Sono state quindi sequestrate 23 polizze vita per un controvalore di circa 830 mila euro, 9 rapporti bancari con un saldo attivo di circa 160 mila euro, un’auto del valore di 20 mila euro e denaro contante per circa 62.500 euro.

LAMPEDUSA, MAXI SBARCO DI MIGRANTI: IN 686 SU UN PESCHERECCIO 

MAFIA A MESSINA, ARRESTATA LA FIGLIA DEL BOSS SPARACIO 

DROGA, TRE ARRESTI PER SPACCIO A BELMONTE MEZZAGNO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI