Palermo, furto di energia elettrica: arrestato un commerciante e 23 denunce

Arresto per furto di energia elettrica a Palermo. I Carabinieri di Brancaccio, durante un controllo effettuato insieme ai tecnici dell’Enel in via Hazon, hanno arrestato un commerciante, 39enne palermitano, in quanto avrebbe alimentato elettricamente, in modo fraudolento, la propria bottega attraverso il collegamento dell’impianto elettrico alla rete pubblica cittadina.

L’arresto è stato convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari. Nel corso del medesimo servizio di controllo sono state denunciate in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo 23 persone, tutte domiciliate nello stesso complesso residenziale.

Le loro abitazioni erano connesse abusivamente alla rete elettrica facendo quindi diminuire o, in alcuni casi, annullare totalmente la spesa dell’utenza elettrica. Tutti gli indagati risponderanno di furto aggravato, con pena prevista, in caso di condanna, dai 2 ai 6 anni di reclusione.

DONNA UCCISA A LENTINI, IL MARITO HA CONFESSATO: “HO TOLTO IO LA VITA A NAIMA”

GIRO DI FATTURE FALSE A PALERMO, SEQUESTRO DA 78 MILIONI DI EURO A UNA SOCIETÀ

COMUNALI, LAGALLA SI CANDIDA A SINDACO DI PALERMO: LASCERÀ IL RUOLO DI ASSESSORE IL 31 MARZO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI