Palermo, Giunta approva il nuovo assetto organizzativo dei servizi dirigenziali del Comune

Oggi la Giunta comunale, guidata dal sindaco Roberto Lagalla, ha approvato il nuovo assetto organizzativo dei servizi dirigenziali del Comune di Palermo che sarà operativo a inizio 2023.

“Si tratta di una riorganizzazione degli uffici in grado di garantire maggiore efficienza dell’intera struttura amministrativa. Era necessario pensare ad un sistema capace di superare la fase di stallo nella quale era bloccata l’intera macchina amministrativa, ripensando agli uffici in un’ottica di rifunzionalizzazione e di integrazione dei servizi, evitando i frazionamenti di alcuni settori per lavorare in modo più fluido e garantire ai cittadini un vero percorso di cambiamento”.

“Un processo di riorganizzazione che va verso la direzione della trasparenza, come dimostra ad esempio la creazione di un Ufficio unico di controllo delle società partecipate e di efficienza. Penso, in questo caso, ad un’area di programmazione dei Fondi extra-comunali, fondamentali risorse per lo sviluppo della nostra città”, dichiara il sindaco Roberto Lagalla.

Il nuovo assetto prevede la riorganizzazione degli uffici secondo delle macro Aree, sostanzialmente corrispondenti alle deleghe politiche attribuite dal sindaco alla squadra di assessori. Questo consentirà una maggiore razionalizzazione dei servizi nell’ottica di consentire un lavoro più fluido e snello.

 Tra le principali novità presenti nel nuovo schema organizzativo, c’è l’istituzione dell’Area programmazione dei Fondi extra-comunali, che fungerà da cabina di regia per la programmazione, pianificazione e coordinamento di tutte le fonti di finanziamento. Sarà, inoltre, creato un Ufficio unico per il controllo finanziario delle società partecipate, posto in staff al vice segretario generale, fermo restando che la gestione dei singoli contratti di servizio rimane in capo ai servizi che presidiano le rispettive attività̀.

È inoltre prevista la creazione di un Ufficio autonomo per le concessioni edilizie per garantire al cittadino un punto di riferimento unico per l’espletamento delle relative pratiche. La riorganizzazione degli uffici dirigenziali prevede inoltre la reintroduzione della figura del Direttore generale per una programmazione strategica ed un migliore coordinamento delle attività degli uffici dell’amministrazione comunale.

MICCICHÉ A SCHIFANI: “SIAMO IL VERO GRUPPO ‘FORZA ITALIA’ E FACCIO PARTE DELLA MAGGIORANZA”

PALERMO, AUTO CONTRO GUARDRAIL ALL’ALTEZZA DI LEROY MERLIN: GRAVE UN GIOVANE

COVID IN SICILIA, CONTAGI E OSPEDALIZZAZIONI IN DIMINUZIONE: IL REPORT SETTIMANALE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI