Coronavirus “dimenticato”: folla e assembramenti in varie zone di Palermo

Anche questa domenica il centro di Palermo è stato affollato più di quanto la situazione di emergenza avrebbe suggerito. Da via Libertà, come sempre isola pedonale di domenica, al centro storico ci sono stati alcuni “assembramenti”, in particolare nei pressi dei mercati popolari.

Anche le ville cittadine, a cominciare dal Giardino Inglese, sono state prese d’assalto da famiglie con bambini e giovani in bici o in monopattino. Non tutti portavano mascherine e osservavano le distanze di sicurezza. Già ieri c’erano state segnalazioni di assembramenti, soprattutto in prossimità del mercatino rionale di via Campolo e in via Galilei.

Una situazione che viene sottolineata anche dal consigliere della Lega Igor Gelarda che parla di “immagini a dir poco agghiaccianti con assembramenti a non finire”. “In pochi utilizzano le mascherine e perciò abbiamo chiesto l’intervento della polizia municipale – aggiunge Gelarda insieme alla responsabile provinciale della Lega Elisabetta Luparello -. Al di là della incapacità del governo nazionale nella gestione di questa pandemia servono serietà e prudenza, questo atteggiamento scriteriato è pericoloso per tutti. Facciamo appello per potenziare l’organico delle forze dell’ordine e affinché si facciano controlli più serrati. Ma soprattutto speriamo che i cittadini non siano più protagonisti di queste scene”.

PRIMI RICOVERATI COVID ALL’OSPEDALE DI PETRALIA SOTTANA

NEGOZI APERTI LA DOMENICA ANCHE DOPO LE 14

COVID, IL BOLLETTINO IN SICILIA (7 NOVEMBRE)

NUOVE “ZONE ROSSE” A CESARO’ E SAN TEODORO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI