Palermo, il ricordo di Libero Grassi ucciso 31 anni fa dalla mafia. Lagalla: “Eroe moderno”

“Simbolo della lotta alla criminalità, Libero Grassi è ancora oggi un eroe moderno”. Sono le parole del sindaco di Palermo, Roberto Lagalla, in ricordo dell’imprenditore ucciso dalla mafia 31 anni fa. Le ha pronunciate nella commemorazione di oggi nel capoluogo siciliano dove erano presenti anche i figli Alice e Davide.

Il 10 gennaio del 1991, Grassi si ribellò apertamente a cosa nostra e denunciò il racket. Qualche mese dopo l’ignobile atto di un killer che uccide l’imprenditore con 4 colpi di pistola mentre si sta recando a lavoro. Il suo ricordo e la sua lotta alla criminalità organizzata rimarranno per sempre.

“Rifiutando una richiesta di pizzo – prosegue Lagalla -, con grande coraggio e a testa alta, seppe dire “no” alla mafia, non piegandosi alle intimidazioni della criminalità organizzata. La certezza è che il suo ricordo non sbiadirà mai, grazie anche all’impegno costante che negli ultimi anni ha animato i tanti giovani che fanno parte di quelle associazioni anti-racket, sempre presenti al fianco degli imprenditori onesti, nate proprio ispirandosi all’esempio di Libero Grassi e alle quali non deve mai mancare il sostegno delle istituzioni pubbliche”.

“Partendo dalla storia e quindi dalla memoria, abbiamo bisogno di valorizzare le migliori testimonianze della nostra terra, per una società che non sempre ha il coraggio di questi nostri eroi del passato”, conclude Lagalla.

Cleo Li Calzi, vicepresidente dell’associazione Parco Libero presieduta da Alice Grassi, ha dichiarato: “Libero Grassi è ancora un esempio di coraggiosa lotta al racket e alla criminalità mafiosa. Vogliamo continuare a onorare la sua memoria e seguire il suo esempio dicendo tutti i no che servono per essere “Libero”. Da oltre un decennio ci battiamo perché venga consegnato alla libera fruizione della città il “Parco Libero”. La grande area, dedicata a Libero Grassi e situata ad Acqua dei Corsari, è ancora bloccata da lungaggini burocratiche e non è più tollerabile. È attraverso la rigenerazione dei luoghi che si costruisce un futuro sano. Il Parco Libero deve essere patrimonio di tutti”.

Fabrizio Ferrandelli, candidato alla Camera per +Europa, dice: “Ancora oggi Libero Grassi è un simbolo della lotta alla criminalità organizzata. Si rifiutò di pagare il pizzo, non piegandosi a questa richiesta da parte della mafia dicendo più volte di ‘no’ e pagando con la vita. Il suo rifiuto è stato e deve essere, ancora oggi, esempio per tutti noi”.

Foto credit: Roberto Lagalla, profilo Facebook

DE LUCA: “GIORNALE DI SICILIA? FALSITÀ SULLE MIE LISTE. PEZZI DI M…”. LAGALLA: “TONI DISDICEVOLI”

PALERMO, VANDALIZZATO IL MURALE DELL’ARTISTA TVBOY DEDICATO A PAOLO BORSELLINO

INCIDENTE SULLA PALERMO – AGRIGENTO, SCONTRO TRA UN’AUTO E UNA MOTO: MUORE UN 65ENNE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI