Palermo, incendio a Monte Pellegrino: canadair in azione, trovate tracce di fumogeni

Ha assunto via via dimensioni sempre più importanti l’incendio che si è sviluppato a Monte Pellegrino (lato città) a Palermo, costringendo i vigili del fuoco ad una lunga nottata di interventi e impedire che le fiamme risalissero le pareti di roccia e oltre alla vegetazione colpissero anche le antenne televisive cittadine, da tempo poste proprio in cima al promontorio.

Anche nella mattinata di lunedì i canadair sorvolano la zona per contenere gli ultimi focolai ancora accesi e i forestali durante le operazioni di spegnimento hanno trovato tracce di fumogeni che avrebbero prima provocato e poi alimentato l’incendio.

L‘incendio si è infatti sviluppato poco dopo le ore 17.30, in coincidenza di un lancio di fuochi d’artificio che salutava l’inizio della partita di calcio tra Palermo e Avellino (playoff Serie C): inizialmente il rogo – testimoniato in primis dai giornalisti presenti allo stadio – era di piccole dimensioni e l’intervento tempestivo di un elicottero dei vigili del fuoco sembrava poter contenere l’avanzata delle fiamme. Con il passare delle ore la situazione è diventata sempre più critica e i vigili del fuoco hanno lavorato durante la notte per circoscrivere il perimetro del rogo.

L’ipotesi investigativa secondo cui a originare i primi focolai sarebbero state le azioni di alcuni supporters rosanero, ha spinto il Palermo calcio a emettere un comunicato in cui si dissocia e condanna (si legge) “l’eventuale grave danno che alcuni tifosi rosanero potrebbero aver causato”.  “Il rispetto per le persone e per gli spazi pubblici, e l’attenzione all’osservanza di tutte le regole del vivere comune, ha e deve avere sempre la priorità su qualsiasi iniziativa, pur animata dai migliori entusiasmi. Il pensiero di tutta la società rosanero va agli operatori di soccorso che stanno portando avanti tutte le misure necessarie per contenere i danni dell’incendio”.

PALERMO SI FERMA DAVANTI ALL’ALBERO FALCONE

MATTARELLA: “LA MAFIA C’E’ ANCORA MA NON E’ INVINCIBILE”

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 23 MAGGIO 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 23 MAGGIO 2021

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI