Tari

Palermo, la Giunta taglia Tari e Imu: sconti del 60% circa per 40 mila beneficiari

La Giunta comunale di Palermo dà un robusto taglio alla Tari e all’Imu, venendo incontro ai commercianti e alle imprese della città per il 2020. Lo “sconto” è stato reso possibile grazie ai fondi che la Regione destina agli enti locali per fronteggiare l’emergenza economica causata dal lockdown grazie alla rimodulazione di fondi Poc e fondi Europei.

La Giunta ha deciso di estendere il beneficio uniformemente a tutte le categorie, sia per quanto riguarda l’Imu che la Tari. Molte le categorie che potranno beneficiare di questo sconto tra cui musei, biblioteche, scuole, luoghi di culto, cinema, teatri, campeggi, impianti sportivi, attività artigianali, di ristorazione, barbieri ed estetisti. Taglio della Tari anche per Enti no profit.

La misura inciderà per circa 19 milioni sulla Tari e per circa 6 sull’Imu. Per i commercianti è previsto uno sconto del 58% della Tari che però potrebbe arrivare al 70% nel caso in cui la Regione destinerà alla città di Palermo altri 4,7 milioni. Secondo i primi calcoli saranno più di 40.000 i beneficiari del  provvedimento.

MASCHERINE OBBLIGATORIE SEMPRE, LA REGIONE SICILIANA “STRINGE”

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 25 SETTEMBRE

Categorie
economia
Facebook

CORRELATI