Palermo, la Guardia di Finanza denuncia otto “furbetti” del buono spesa

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Palermo ha denunciato otto “furbetti” del buono spesa, tutti residenti nel comune di Torretta, per il reato di indebita percezione di erogazioni pubbliche ai danni dello Stato. È scattata anche la sanzione per complessivi 9.690 euro.

I controlli eseguiti dai finanzieri della Tenenza di Carini, incentrati sui dati autocertificati nelle richieste di erogazione di “buoni spesa/voucher” presentate, hanno evidenziato che i nuclei familiari percepivano altre forme di sostegno economico (Reddito di cittadinanza, disoccupazione, cassa integrazione, ecc.). Di conseguenza, sulla scorta delle informazioni acquisite, le autocertificazioni presentate sono risultate prive dei requisiti previsti nell’avviso di pubblico bando.

Gli indebiti percettori sono stati quindi segnalati al Comune di Torretta per la decadenza dall’ammissione ai benefici richiesti e per il recupero delle somme già erogate, ammontanti a 3.230 euro.

DROGA, RIENTRA A MESSINA CON TRE CHILI DI HASHISH: ARRESTATO UN CORRIERE

INIZIA LA MATURITÀ, GLI STUDENTI AFFRONTANO L’ESAME “RIADATTATO” 

COVID, INDIVIDUATA LA VARIANTE DELTA A LAMPEDUSA 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI