Palermo, la Regione finanzia gli interventi per la messa in sicurezza del Canale Papireto

Sarà la Regione Siciliana a intervenire su un tratto del Canale Papireto di Palermo, che nello scorso dicembre ha esondato a causa di un cedimento strutturale della condotta. Da allora, l’omonima via risulta chiusa al traffico veicolare e pedonale. La giunta regionale, su proposta del presidente, ha stanziato cinquecentomila euro.

L’intervento permetterà di ripristinare le condotte delle acque sotterranee, garantendo la sicurezza dell’area e consentendo la riapertura di un’importante arteria viaria che serve numerose attività commerciali della zona. Il finanziamento arriva in seguito alla richiesta del Comune di Palermo, nella quale veniva sottolineata l’urgenza dei lavori per motivi di carattere tecnico, sociale ed economico.

Lo scorso 11 dicembre, in seguito a un nubifragio, l’esondazione del Canale ha provocato l’allagamento dell’intera area, mettendo a rischio la stabilità degli edifici e rendendo necessaria la chiusura della strada omonima. La Protezione civile comunale è già intervenuta creando un by-pass al canale per mettere in sicurezza le abitazioni. Nel frattempo, si è verificato un cedimento del manto stradale che ha creato una voragine larga 25 metri quadrati e profonda oltre 3 metri.

Adesso con il finanziamento disposto dal governo regionale, il Comune, in sinergia con l’Autorità di bacino della Regione, potrà intervenire in maniera più strutturata per risolvere definitivamente il problema.

INCIDENTE STRADALE NEL MESSINESE, SCONTRO AUTO-MOTO: MUORE UN RAGAZZO DI 22 ANNI

ELEZIONI AMMINISTRATIVE: A PARTINICO, TORTORICI E MISILISCEMI SI VOTA IL 13 NOVEMBRE

PONTE CORLEONE, I LAVORI INIZIANO ENTRO LA FINE DI SETTEMBRE: FIRMATO IL PROTOCOLLO D’INTESA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI