zamparini resta ai domiciliari

Palermo, l’ex presidente Zamparini resta ai domiciliari: respinta l’istanza dei suoi legali

Maurizio Zamparini deve restare agli arresti domiciliari. Dopo il pronunciamento della Cassazione di gennaio, i legali dell’ex presidente del Palermo Antonio Gattuso ed Enrico Marzaduri hanno presentato istanza di revoca che gip Gioacchino Scaduto ha respinto ritenendo solide le tesi della Procura. La notizia è riportata dal quotidiano Il Giornale di Sicilia. Zamparini si è visto negare la possibilità di incontrare il proprio commercialista mentre sono state autorizzate le visite dell’avvocato civilista Andrea Bettini.

La vicenda giudiziaria del Palermo resta piuttosto complessa. Sulla situazione societaria la Procura della Repubblica di Palermo indaga da oltre un anno e nelle prossime settimane potrebbero partire le richieste di rinvio a giudizio. Si parla anche di una possibile nuova istanza di fallimento alla luce delle ultime vicende: quella presentata lo scorso anno è stata rigettata dai giudici dopo una dettagliata relazione di un collegio di periti che pur confermando la criticità di alcune situazioni avevano ritenuto la società ancora non in stato di decozione.

Formalmente il Palermo ha cambiato proprietà. Dopo la cessione delle azioni alla Sport Capital Group e la successiva revoca per inadempienze contrattuali le azioni della società sono adesso di proprietà di Daniela De Angeli, storico direttore amministrativo di Zamparini, in attesa di una definitiva cessione che potrebbe avvenire entro pochi giorni. Il gruppo Mirri – che ha acquistato i diritti pubblicitari per 4 anni – ha finora sborsato 2,8 milioni di euro che sono serviti a pagare gli stipendi dei giocatori e adesso può fare valere un diritto di prelazione per la cessione della società che scadrà il 15 marzo.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI