Palermo, Marco Basile è il nuovo capo della Squadra mobile. “Grandi motivazioni”

Marco Basile è stato nominato capo della Squadra mobile di Palermo. Originario di Napoli, prende il posto di Rodolfo Ruperti, nominato vicario del questore di Pisa a dicembre; al vertice della Squadra mobile di Catania si insedia invece Antonio Sfameni.

Ricoprire quest’incarico in un anno così significativo mi dà grandi motivazioni – sottolinea- . Questa istituzione è una delle più importanti in Italia, esserne al vertice è una responsabilità e un motivo di orgoglio: farò del mio meglio per onorarla e per mettere in pratica ciò che ho imparato nelle precedenti esperienze e nei libri di storia”.

Il primo obiettivo per Basile è “focalizzare l’attenzione su un doppio binario: la microcriminalità, che non va mai sottovalutata, e le organizzazioni strutturate, che ritengo molto interessanti da un punto di vista investigativo”. A dare il benvenuto al nuovo capo della Squadra mobile c’è anche il questore di Palermo, Leopoldo Laricchia.

“Accogliamo una figura con un’ampia esperienza alle spalle in un momento delicato per la Sicilia, che presto riceverà i fondi del Pnrr: è fondamentale riporre l’attenzione su eventuali infiltrazioni, non possiamo permettere che i soldi dei cittadini vengano utilizzati per arricchire la criminalità – afferma Laricchia – . Sono sicuro che ci sarà subito grande sinergia tra la Squadra mobile e le altre istituzioni, come anche con l’amministrazione“.

SCUOLA, LAGALLA: “IL RIENTRO POTREBBE SLITTARE ANCORA. DOBBIAMO VALUTARE BENE”

BLITZ DEI NAS IN RSA E CASE DI RIPOSO, DENUNCE E SEQUESTRI ANCHE IN SICILIA

COVID IN SICILIA, FORTE AUMENTO DI NUOVI POSITIVI E RICOVERATI: IL REPORT SETTIMANALE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI