Palermo, muore un 30enne: “giallo” sulle cause. Il pm dispone tampone ed autopsia

Mistero “coronavirus” legato alla morte di un giovane, 30 anni, deceduto a Palermo nella propria abitazione. I sanitari del 118 hanno cercato di soccorrerlo ma non c’è stato nulla da fare.

I familiari hanno raccontato che martedì scorso il giovane era andato all’ospedale Civico di Palermo lamentando una fastidiosa congiuntivite. Era stato visitato e rimandato a casa, con una cura per gli occhi. Nei giorni successivi la condizione è peggiorata e sono iniziati anche i problemi respiratori.

Il pm di turno ha disposto ai sanitari dell’Asp di eseguire il tampone per accertare se fosse positivo al Covid 19. La salma è stata portata alla medicina legale del Policlinico per eseguire l’autopsia. Le indagini sono condotte dalla polizia.

In ospedale erano stati eseguiti tutti i controlli e il paziente era stato mandato per una visita di controllo in oculistica per la congiuntivite. Non c’era da quanto emerso in pronto soccorso nessuna avvisaglia di problemi respiratori.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI