Palermo, piove sulle salme ai Rotoli. Gelarda (Lega): “Ancora vergogna sui nostri morti”

Piove sulle salme al cimitero dei Rotoli di Palermo. Il capogruppo della Lega, Igor Gelarda, denuncia che “oltre al fatto che il numero delle salme al deposito è aumentato di nuovo, raggiungendo quasi quota 950, la vergogna di questi giorni é quella delle salme sotto l’acqua. Infatti poiché è volato via un pezzo di tetto dell’ex vivaio, alcune salme che si trovano lì sotto sono sottoposte alle intemperie”.

“Sono stati posti dei sacchi di plastica per cercare di coprire alla meno peggio i feretri, ma la vergogna è evidente. Non possiamo continuare a vedere i nostri cari in queste condizioni. I 2 milioni di euro che, con un emendamento della Lega, sono stati stanziati nell’ultima legge di bilancio per l’emergenza dei rotoli, potranno essere utilizzati quando il comune avrà dei progetti esecutivi”.

“Siano essi per la realizzazione di nuovi loculi temporanei oppure per quella di un nuovo campo di inumazione, che sarebbe stato individuato nella sezione 473. Quello che è certo è che il sindaco Orlando, ormai al tramonto della sua carriera politica, che pure in passato ha toccato delle punte di gloria, verrà tristemente ricordato come il sindaco delle 900 bare a deposito”, conclude Gelarda.

SCUOLA, IN SICILIA SI RIAPRE GIOVEDì 13 GENNAIO

SCALA DEI TURCHI, INDIVIDUATI I RESPONSABILI DELLO “SFREGIO”

MESSINA, LA DIA CONFISCA BENI PER CIRCA 7 MILIONI DI EURO A UN IMPRENDITORE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI