Palermo, presentato il “Piano Integrato Urbano” (PIU): previsti interventi per 198 milioni

Sono 57 gli interventi previsti a Palermo per un importo complessivo di 198 milioni di euro provenienti dal Pnrr. Ciò è emerso a Palazzo delle Aquile durante un’assemblea in cui è stato presentato il Piano Integrato Urbano (PIU), “Palermo: Metropoli aperta, città per tutti”, che prevede ben 57 interventi per un importo complessivo di 198 milioni di euro. Per i primi cinque progetti il soggetto attuatore sarà il Comune di Palermo, per gli ultimi due la Città Metropolitana:

– Progetto di completamento del prolungamento della via di penetrazione della zona industriale Brancaccio e raccordo per la circonvallazione esterna – stralcio SUD € 4.999.827,00;
– Riqualificazione ecosostenibile del Lungomare della Bandita € 12.015.209,17;
– Realizzazione di un Parco a mare allo Sperone € 16.129.859,83;
– Realizzazione di interventi di Verde Urbano nella zona Oreto – Laudicina € 894.487,35;
– Riqualificazione del porto della Bandita ed aree portuali € 13.730.531,00;
– Progetto di riqualificazione e riuso dell’immobile denominato “Palazzetto Orlando”, sito in Palermo, Corso Calatafimi per l’utilizzo come Centro polifunzionale a servizio delle Istituzioni scolastiche e del territorio € 4.324.000,00;
– Progetto per la riqualificazione e trasformazione in campus scolastico polivalente ad indirizzo turistico alberghiero del complesso immobiliare sito in Palermo in via Ugo La Malfa, bene confiscato alla criminalità organizzata € 25.676.000,00.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha dichiarato. “Questi interventi rappresentano il futuro della città di Palermo e sono il segno della capacità da parte dell’amministrazione comunale di investire al meglio le risorse del Pnrr puntando ad una riqualificazione urbana che guarda anche alla sfera sociale”.

“Il piano esalta – prosegue Orlando -, il diritto alla città e credo sia questo il senso profondo degli interventi previsti: restituire ai cittadini luoghi di Palermo con l’obiettivo di rafforzare lo spirito di comunità nel solco di una vivibilità che utilizza al meglio queste prime risorse”, conclude.

Mario Ridulfo e Piero Ceraulo, rispettivamente segretario generale Cgil Palermo e segretario generale Fillea Cgil Palermo, dichiarano: “E’ un fatto positivo che il Piu sia stato presentato in tempo. Adesso aspettiamo il passaggio al ministero per le valutazioni, speriamo in tempi rapidi, per la partenza dei progetti. Grande soddisfazione e per noi anche un motivo di orgoglio: tra i progetti presentati alcuni sono stati suggeriti e sollecitati dalla Fillea e dalla Cgil, come quello per la riqualificazione in campus scolastico di tre immobili confiscati alla mafia in via La Malfa”.

CATANIA, SCOMMESSE CLANDESTINE: CONFISCA DA 160 MILIONI DELLA GUARDIA DI FINANZA

CALTANISSETTA, SEQUESTRATA UNA CAVA ABUSIVA: MANCAVANO LE AUTORIZZAZIONI

MICCICHÉ: “FRANCESCO CASCIO SARÀ IL CANDIDATO SINDACO DI FORZA ITALIA A PALERMO”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI