Palermo ricorda Padre Pino Puglisi, lettera di Lorefice: “È stato un dono per noi”

Ricorre oggi il 29esimo anniversario della morte di padre Pino Puglisi, ucciso da Cosa nostra il 15 settembre 1993 a Palermo. Parroco presso la Chiesa di San Gaetano nel quartiere palermitano di Brancaccio, Don Pino Puglisi, oggi Beato, venne assassinato la sera del 15 settembre 1993, giorno del suo 56esimo compleanno, dal killer di Cosa nostra Salvatore Grigoli che nel 1997, dopo il suo arresto, confessò 46 omicidi, tra cui quello di Don Puglisi.

La causa di beatificazione venne introdotta nel 1999 dall’allora arcivescovo di Palermo il Cardinale Salvatore De Giorgi. Il 28 giugno 2012 Papa Benedetto XVI promulgò il decreto di beatificazione “Super martyrio in odium fidei”. Il 25 maggio del 2013 don Pino Puglisi è stato proclamato Beato. Le spoglie del Beato Puglisi riposano in un monumento funebre che ricorda una spiga di grano ai piedi dell’altare della cappella dell’Immacolata Concezione nella Chiesa Cattedrale di Palermo.

L’arcivescovo di Palermo, monsignor Corrado Lorefice, ha scritto una lettera dal titolo “Fino al compimento dell’amore” per l’apertura del XXX Anniversario dell’uccisione del Beato Giuseppe Puglisi (1993-2023). “Trent’anni dopo, il martire Giuseppe Puglisi continua ad accompagnare la sua e nostra Chiesa. Egli è ciò che la Chiesa deve essere, la conferma nel dono dello Spirito –  sottolinea – I martiri sono coloro che rinnovano con la propria vita l’annuncio del Regno, il segno grande dell’amore che feconda il mondo, per donare nuovamente a Dio gli spazi dell’esistenza attraverso sguardi trasfigura¡ti, rivolti all’eminente dignità dei poverì (Jacques Bénigne Bossuet) e dei sofferenti».

SCOPERTA UNA SERRA INDOOR CON 430 PIANTE DI CANNABIS NEL PALERMITANO: DUE ARRESTI

MAFIA A PALERMO, SEQUESTRATI BENI PER 300 MILA EURO AL BOSS DI BORGO VECCHIO

COVID IN SICILIA, CONTAGI E OSPEDALIZZAZIONI ANCORA IN CALO: IL BOLLETTINO SETTIMANALE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI