Palermo, sequestrata taverna abusiva in un capannone di lamiera allo Zen 1

Nel corso di controlli e perquisizioni nel quartiere Zen 1 a Palermo, la polizia ha scoperto e sequestrato un fabbricato in lamiera adibito a taverna abusiva. L’attività commerciale è stata sequestrata ed al “titolare” sono state contestate violazioni che comporteranno sanzioni la cui “forbice” è compresa tra 4000,00 e 24000,00 euro.

Servizi e riscontri svolti dai poliziotti della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura hanno accertato che fosse in realtà un’attività di somministrazione di bevande, gestito da un uomo con l’ambizione di farne una sorta di pub.

Al suo interno. il gestore, che per tanti anni aveva svolto il servizio di raccolta rifiuti, aveva scelto di adottare un arredamento facendo ricorso a centinaia di suppellettili. In questo spazio, reso ancor più angusto dalle numerose cianfrusaglie, erano presenti due top in muratura, decine di bicchieri in vetro, due banconi frigo industriali contenenti birre e bevande analcoliche che l’ottantenne rivendeva per la somministrazione agli avventori, in assoluta clandestinità, essendo sprovvisto di qualsiasi titolo autorizzatorio.

VACCINI, FIGLIUOLO FISSA I TARGET

COVID, IL CTS VALUTA LE RIAPERTURE MA IN SICILIA…

VACCINI, L’ITALIA VUOLE ACCELERARE MA LE REGIONI ATTENDONO PIU’ DOSI

MAFIA, 14 ARRESTI PER LA SPARATORIA DI LIBRINO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI