Palermo, sequestro di beni da 1 milione di euro: tre arresti nell’operazione “Black Smith”

Le attività sarebbero state una copertura per il traffico illegale di stupefacenti. Per questo motivo oggi è stato disposto un sequestro nei confronti delle proprietà di Paolo Di Maggio, Paolo Dragotto e Michele Spartico, titolari di un panificio in via Brunelleschi a Palermo che sono stati anche incriminati.

L’azienda è stata sequestrata insieme a due beni immobili, tre motocicli, due autovetture, otto conti correnti bancari e un libretto di risparmio, per un valore di circa 1.000.000 di euro.

Le indagini della Squadra Mobile di Palermo, nell’ambito dell’operazione denominata “Black Smith“, coordinata dalla procura della Repubblica, hanno rilevato la pericolosità dei soggetti e portato alla distruzione dell’organizzazione che distribuiva hashish, marijuana e cocaina – sostanze recuperate in Campania – lungo l’asse Palermo-Trapani tra il 2016 e il 2019.

Nello specifico, Di Maggio e Dragotto avevano delle posizioni di comando. Spartico, invece, gestiva da incensurato e da persona fidata alcuni incontri e l’organizzazione con i campani. Fondamentali le indagini patrimoniali condotte dalla Divisione Anticrimine che hanno accertato un flusso incostante di entrate e uscite. Per Dragotto la pena è di 20 anni di reclusione, 18 a Di Maggio e 7 a Spartico.

ZONE FRANCHE MONTANE, CHIESTI ALLA REGIONE I 20 MILIONI DESTINATI AI COMUNI SICILIANI

CREDITO D’IMPOSTA, ATTINELLI: “UNA PATATA BOLLENTE. SERVONO DELLE NUOVE REGOLE”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI