marijuana

Palermo, serra di marijuana nel sotterraneo di un condominio: arrestato un 54enne

La Guardia di Finanza di Palermo ha scoperto una serra adibita alla coltivazione di marijuana nascosta nello scantinato di un condominio nel quartiere “Borgo Nuovo”. T.G., pregiudicato palermitano di 54 anni, è stato arrestato con l’accusa di coltivazione di sostanze stupefacenti ed è ai domiciliari.

L’operazione ha portato al sequestro della serra, che era mantenuta con impianti super accessoriati. Per assicurare l’illuminazione e una giusta temperatura i locali erano stati dotati di un sistema di luce artificiale a incandescenza di oltre 50 lampade da 600W ciascuna, ventilatori a piantana, due condizionatori esterni e split interni che emanavano aria calda. L’obiettivo era creare artificialmente il clima ideale per la coltivazione della piante.

I finanzieri, in un primo tempo, avevano notato un allaccio abusivo alla rete elettrica e la presenza di cavi che si inoltravano nello scantinato dello stabile. Col supporto delle unità cinofile (i cani da pastore “Haira e Ikay”) della Compagnia di Punta Raisi hanno scoperto una botola nell’androne del condominio attraverso la quale si accedeva a un piano sotterraneo nel quale era installato un impianto di coltivazione. Nella serra erano coltivate 174 piante di cannabis indiana.

INCIDENTE A PALERMO, MOTOCICLISTA TRAVOLTO E UCCISO: L’AUTOMOBILISTA SI È DATO ALLA FUGA

CATANIA, UN UOMO DI 42 ANNI TROVATO MORTO IN UN GARAGE: AVEVA FERITE DI ARMA DA TAGLIO

IL NUOVO SINDACO DI PALERMO? IL CENTRODESTRA RISCHIA DI “INCARTARSI” TRA VETI E RIPICCHE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI