Palermo, smantellata una pericolosa ‘baby gang’: eseguite undici misure cautelari

Smantellata una pericolosa ‘baby gang’ a Palermo. La locale Autorità giudiziaria ha delegato la Questura e il Comando Provinciale Carabinieri di Palermo all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 11 indagati, tra cui due minorenni (10 in carcere e 1 agli arresti domiciliari), ritenuti a vario titolo responsabili dei delitti di rapina, furto e lesioni personali.

I reati contestati sono 21, avvenuti tra il 10 settembre e il 17 novembre 2021, consistenti in tre episodi di furto e – nella quasi totalità dei restanti casi – in rapine consumate o tentate in danno di vittime individuate nel pieno centro della città. L’operazione scaturisce da una meticolosa indagine avente ad oggetto una “baby gang”, composta da giovani, poco più che maggiorenni che, utilizzando la forza del “branco”, terrorizzavano giovani vittime che, in ora notturna, transitavano per le vie di questo centro cittadino, rapinandole di telefoni cellulari e di denaro contante.

Il quadro probatorio è stato accolto dalle competenti Autorità Giudiziarie del Tribunale di Palermo e del Tribunale per i Minorenni che nel provvedimento restrittivo delineano come i reati contestati siano espressione di una “criminalità di branco” riconducibile a gruppi di giovani delinquenti che dall’azione collettiva ricavavano una maggior spinta criminale. Per l’identificazione dei responsabili sono state decisive le numerosissime immagini, tratte dagli impianti di videosorveglianza presenti nei luoghi degli eventi delittuosi.

Gli indagati sono Nicola Algeri, 20 anni, Salvatore Casalnuovo, 33 anni, Daniele Catanzaro, 18 anni, Francesco Catanzaro, 19 anni, Alessio Di Bartolo, 20 anni, Angelo Lo Verso, 20 anni, Emanuele Schiera, 18 anni, Soufyan Janane, 20 anni. Tutti portati in carcere. Ai domiciliari è finito e Salvatore Romualdo Ferrara, 18 anni. Insieme a loro sono stati arrestati anche due minorenni.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, commenta così l’operazione: “Esprimo grande apprezzamento per l’operazione congiunta di Polizia e Carabinieri grazie alla quale è stata sgominata la pericolosa baby gang dedita a commettere, nei luoghi della movida palermitana, violente rapine e furti. Una fondamentale azione di contrasto nei confronti di un gruppo di ragazzi, che per almeno due mesi ha seminato il panico tra le vie del centro, tesa ad affermare il rispetto e il valore della legalità in una città sicura grazie anche all’impegno costante delle Forze dell’ordine a cui va il mio sentito ringraziamento”.

COVID IN SICILIA, ALTRI TRE COMUNI IN “ZONA ARANCIONE” FINO AL 26 GENNAIO

MUSUMECI, TUONI E FULMINI: “AZZERO LA GIUNTA MA NON MI DIMETTO: ANZI RADDOPPIO”

ARS, VOTATI I TRE GRANDI ELETTORI DEL CAPO DELLO STATO MA L’AULA DÀ LO “SCHIAFFO” A MUSUMECI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI