Palermo, spaccio di droga: arrestati tre pusher da Ballarò a Villaggio Santa Rosalia

Tre arresti per droga a Palermo. La Polizia di Stato, grazie alla presenza capillare sul territorio di volanti e agenti in borghese, ha effettuato tre distinti interventi nel corso dell’ultimo fine settimana che hanno permesso di sorprendere altrettanti pusher con stupefacente pronto alla vendita al minuto.

Il primo arresto, operato nei confronti di un cittadino nigeriano di 46 anni, è maturato nell’ambito di servizi di osservazione ed appostamento predisposti in via Chiappara del Carmine, nel quartiere Ballarò, dai “Falchi” della sezione “Contrasto al crimine diffuso” della Squadra Mobile. L’uomo, arrestato nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in attesa di udienza di convalida è stato condotto presso la locale Casa Circondariale “Lorusso” di Pagliarelli.

Il secondo arresto è stato effettuato da poliziotti appartenenti al Commissariato di P.S. “Porta Nuova” nel corso di un’ attività finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nel quartiere “Villaggio Santa Rosalia”. Gli agenti, a seguito di attività info investigativa, hanno predisposto un servizio di osservazione nei pressi di un immobile abitato da un 39enne palermitano in atto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, per reati specifici in materia di stupefacenti, registrando uno strano via vai di persone. L’uomo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Il terzo arresto è maturato nell’ambito di un controllo d’iniziativa effettuato, su strada, da poliziotti appartenenti all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico durante il regolare servizio di controllo del territorio. Gli agenti transitando per via dell’Orsa Minore hanno notato un individuo, a loro conosciuto per i precedenti specifici in materia di stupefacenti e lo hanno sottoposto a un controllo d’iniziativa.

L’uomo, un 32enne ghanese, insofferente all’accertamento di polizia, è stato invitato a svuotare le tasche, dalle quali ha estratto una scatoletta di cartone contenente n.20 bustine in cellophane trasparente chiuse ermeticamente, contenenti sostanza stupefacente presumibilmente del tipo marijuana. La perquisizione personale a cui è stato sottoposto ha permesso di rinvenire inoltre denaro contante pari a 40,00 euro, posto sotto sequestro, in quanto ritenuto provente dell’attività illecita. La perquisizione è stata poi estesa, con l’ausilio di unità cinofile, anche al domicilio dell’uomo ed in una borsa a tracolla (nella sua disponibilità), posta all’interno di un armadio tra i suoi effetti personali, i poliziotti hanno rinvenuto:

4 involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo marijuana;
14 dosi della stessa sostanza già confezionate e pronte per essere immesse sulle piazze di spaccio;
3 bilancini di precisione.

Tutta la droga, circa 220 grammi, il denaro ed il materiale per il suo confezionamento, sono stati posti sotto sequestro, mentre l’uomo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

MAFIA, CONFISCATI BENI PER 300 MILA EURO A UN ESPONENTE DI COSA NOSTRA NEL MESSINESE

COVID, STRETTA SUI TRASPORTI: ECCO LE NUOVE REGOLE PER BUS, METRO, TRENI E TAXI

CATANIA, DROGA DA ALBANIA E OLANDA: 12 ARRESTI E MAXI SEQUESTRO DA 5 MILIONI DI EURO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI