Palermo, “stralciato” il Tram in centro: ok al Piano delle opere pubbliche senza la linea A

Smacco al sindaco Leoluca Orlando da parte del Consiglio Comunale di Palermo. Il piano triennale delle opere pubbliche è stato votato senza la linea A del tram, quella che era previsto transitasse da via Libertà, stralciata così come proposto in un emendamento (poi approvato) a firma di Giulia Argiroffi e Ugo Forello del gruppo Oso.

Un progetto che era stato terreno di fortissimo scontro politico e che ora sfocia nello “stralcio” della linea A dal piano, votato con 22 sì, 9 no e 3 astenuti (seppur dopo un iniziale parere negativo degli uffici e il timore di un possibile danno erariale) prima di approvare il piano triennale delle opere pubbliche, che così emendato è stato approvato con 26 voti favorevoli, 2 astenuti e nessuno contrario.

Le posizioni sono totalmente contrapposte: le forze politiche dell’opposizione guidano il fronte dei “vittoriosi”, sostenendo di aver salvato il centro da un’opera che avrebbe “devastato” la città, salvando comunque i fondi. La reazione dell’amministrazione comunale invece è a dir poco rabbiosa. Il sindaco Orlando a caldo lo definisce un “atto di irresponsabilità politica che produce danni incalcolabili per la città e che l’amministrazione comunale cercherà di limitare facendo valere la evidente illegittimità di questa scelta amministrativa in ogni sede competente. Siamo in presenza di una scelta palesemente illegittima – si legge nella nota – anche per eccesso di potere e contraddittorietà. È paradossale che tale scelta si ponga in contrasto con gli interessi della città, con l’utilizzo di risorse pubbliche e con i progetti e le scelte deliberate e approvate da tutti i governi nazionali che si sono succeduti negli ultimi anni”.

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 25 NOVEMBRE 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 25 NOVEMBRE 2021

SI TORNA A VOTARE PER LE EX PROVINCE IN SICILIA

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI