Palermo, studentessa violentata dopo festa Erasmus: c’è l’arresto per i due accusati

Il Gip, Piergiorgio Mororini, ha disposto l’arresto per i due giovani accusati delle violenze a una studentessa spagnola, che è stata violentata lo scorso 2 giugno 2019 a Palermo dopo una festa per la conclusione dell’Erasmus.

Uno dei due giovani è in manette: A.E., 28 anni; l’altro, F.M, di 23, è irreperibile. La festa si è svolta al locale “I Candelai”, mentre gli abusi si sarebbero verificati in un appartamento di via Sammartino.

Le indagini sono state coordinate dal procuratore aggiunto Annamaria Picozzi e dal sostituto Luisa Bettiol. La studentessa, fidanzata con un giovane del centro Africa, aveva accettato di essere accompagnata a casa da un conoscente del suo ragazzo e da un altro giovane.

Arrivati in casa, i tre hanno bevuto qualcosa insieme, e poi, come ha dichiarato la studentessa, i due giovani l’hanno aggredita. La ragazza è rientrata in Spagna qualche giorno dopo ed è poi dovuta tornare a Palermo per l’incidente probatorio.

CORONAVIRUS IN SICILIA: IL BOLLETTNO DEL 3 NOVEMBRE

CORONAVIRUS IN ITALIA: IL BOLLETTINO DEL 3 NOVEMBRE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI