Palermo, tentati furti di monopattini: Bit sospende lo sharing in un’area della città

Monopattini già vandalizzati e tentativi di furto. E una delle aziende fornitrici (appena sbarcate a Palermo) sospende il servizio di sharing in un’area specifica della città: si tratta della Bit Mobility, che ha deciso di imporre lo stop nella zona di Settecannoli. 

Essendo i monopattini muniti di strumenti di geolocalizzazione, la sospensione del servizio è di fatto automatica: i mezzi di Bit Mobility non potranno più circolare né essere posteggiati in questa zona e appena varcheranno un determinato perimetro non saranno più in grado di procedere (gli stessi monopattini sono in ogni caso inutilizzabili in caso di furto perché necessitano dell’app per lo sblocco).

La sospensione è stata decisa dall’azienda dopo che sono stati segnalati atti vandalici ad alcuni mezzi: uno, rubato in viale Vittorio, allo Sperone, è stato recuperato grazie all’intervento della polizia. Un altro atto vandalico era stato segnalato nei giorni scorsi dal consigliere comunale Bertolino in via Calderai. Nel frattempo si allunga la lista delle aziende fornitrici: entrano in gioco anche Em Transit e Wind Mobility Gmbh, portando la flotta a 2400 monopattini.

LA CORTE DEI CONTI: “GRAVIN DEFICIT DELLA SANITA’ IN SICILIA. E L’ARS…”

SICILIA: ZONE COVID-FREE PER RILANCIARE IL TURISMO

COVID: SEI REGIONI A RISCHIO “ZONA ROSSA”

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 4 MARZO 2021

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI