Salvatore Savoca, Elio Ficarra, Igor Gelarda, Francesco Cardella e Francesco Paolo Scarlata
Salvatore Savoca, Elio Ficarra, Igor Gelarda, Francesco Cardella e Francesco Paolo Scarlata.

Palermo, tre consiglieri di quartiere aderiscono alla Lega

Tre consiglieri della seconda circoscrizione aderiscono alla Lega. Sono Francesco Cardella, 51 anni, impiegato dell’ex Provincia regionale di Palermo, Francesco Paolo Scarlata, 56 anni, impiegato della Regione, e Salvatore Savoca, 58 anni, impiegato della Srr (ex Palermo ambiente). La seconda circoscrizione comprende le zone Oreto, Brancaccio, Ciaculli e Settecannoli.

“Sono orgoglioso di aderire alla Lega – esordisce il neo consigliere leghista Cardella – perché siamo stanchi della vecchia politica. La nostra adesione – aggiunge Scarlata, che sarà il capogruppo – è un passaggio importante per l’attività che d’ora in avanti potrà essere fatta per la seconda circoscrizione. Abbiamo individuato in Matteo Salvini la politica del fare – conclude Savoca – secondo un modello che quando si assume un impegno, lo mantiene. Lavoreremo per i palermitani, con i palermitani, per risolvere i piccoli-grandi problemi quotidiani della nostra comunità territoriale”.

L’adesione dei consiglieri è avvenuta alla presenza di Igor Gelarda, capogruppo della Lega in Consiglio comunale e responsabile regionale enti locali, di Elio Ficarra, vice capogruppo del Carroccio a Sala delle Lapidi e responsabile enti locali per la provincia di Palermo, e di Andrea Aiello, vice presidente della V circoscrizione e vice coordinatore cittadino.

“Auguro buon lavoro ai nuovi consiglieri di circoscrizione – dice Gelarda – . La loro adesione alla Lega è un ulteriore tassello del cammino di crescita inarrestabile del partito a Palermo, una città che ha diritto ad un governo del buonsenso ispirato alle politiche chiare e nette del vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini. A breve ci saranno nuove adesioni – aggiunge il capogruppo del Carroccio in Consiglio comunale – perché i rappresentanti istituzionali cittadini a tutti i livelli hanno preso coscienza che Palermo è allo sbando e va ricostruita. Non possiamo restare ancora in balìa di una politica schizzofrenica e dannosa – conclude Gelarda – come quella messa in atto dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Orlando”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI