giornata del dialetto

Palermo, una “serata” per celebrare la Giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali

Ricorre oggi, 17 gennaio, la VII Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali, indetta anche quest’anno dall’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia per sensibilizzare la popolazione sull’importanza delle lingue locali. Ad aderire all’iniziativa diverse Pro Loco locali, nonché la neonata Accademia della Lingua Siciliana che, in collaborazione con l’Associazione “Palermo Risorge”, ha organizzato a Palermo una serata all’insegna della cultura e dell’approfondimento e della riscoperta della lingua siciliana.

L’evento si colloca tra le finalità dell’Accademia che si propone di aggregare quanti più poeti, cantautori, studiosi, appassionati di lingua siciliana, associazioni culturali, persone che, a vario titolo, si occupano direttamente o indirettamente di lingua siciliana, attorno a poche e ovvie regole ortografiche e grammaticali condivise per poter offrire al sempre più crescente numero di siciliani che cominciano a usare, soprattutto sui social ma non solo, la lingua siciliana scritta (per semplici post e commenti ma anche per scrivere poesie, nomi di esercizi commerciali, testi e slogan pubblicitari etc.) un punto di riferimento al fine di evitare di commettere errori grossolani”.

Lunga la lista degli artisti (cantautori, musicisti, poeti) e degli appassionati firmatari. L’evento che coinvolge studiosi, artisti e cittadini appassionati, si svolgerà presso l’Auditorium “Madre Maria Teresa Spinelli” di via Pollaci 46 a partire dalle 21.00.

Durante la serata verranno presentate due relazioni sulla lingua siciliana. La prima sarà tenuta dal “cultore della lingua siciliana” Fonso Genchi e verterà sul tema del bilinguismo, la seconda verrà presentata dallo studioso Fabio Petrucci e percorrerà le tappe dell’evoluzione linguistica “Dai Normanni al Vespro”.

Ad allietare la serata le poesie in lingua siciliana di Arcangela Rizzo ed Euranio La Spisa, ma anche le musiche del pianista Giovanni Zappulla e la voce soprano Antonella Urso che intratterranno gli ospiti con tre brani musicali in lingue locali. A condurre la serata sarà il vicepresidente dell’Accademia, Marco Lo Dico.

Categorie
cultura
Facebook

CORRELATI