Palermo, volontari col “reddito di cittadinanza” rimuoveranno gli ingombranti dalle strade

La città è sporca? La puliamo noi. La provocazione viene da Palermo e vedrà come “protagonisti” alcuni cittadini volontari che percepiscono il reddito di cittadinanza e che hanno aderito alla iniziativa del vicepresidente della prima circoscrizione di Palermo, Antonio Nicolao, che ha noleggiato un furgone con il quale i volontari potranno rimuovere dalla strada i tanti rifiuti ingombranti che stazionano sui marciapiedi e trasportarli trasportare nel centro comunale di raccolta più vicino.

“Vogliono rendersi utili alla città – ha commentato Nicolao -. Accanto a persone incivili che non hanno scrupoli a gettare rifiuti di ogni tipo in strada, ce ne sono tante altre che si attivano a salvaguardia del territorio e dell’ambiente”. La polizia municipale presiederà durante le operazioni di sgombero delle strade: un lavoro sinergico tra cittadini e amministrazione.

E’ una iniziativa che nasce dalle drammatiche condizioni in cui versa la raccolta di rifiuti in città. La Rap, l’azienda deputata alla raccolta, che già fa fatica in tempi normali ha dovuto fronteggiare anche un’emergenza contagi che ha costretto i vertici aziendali a fare ricorso a ditte esterne. Ma, sebbene la situazione sia un po’ migliorata negli ultimi giorni, ci sono zone ancora coperte da montagne di sacchetti dell’immondizia.

Una situazione sempre a rischio, considerato che in alcune zone, soprattutto quelle periferiche ma anche nel centro storico, spesso si fa ricorso all’incendio dei sacchetti per “rimuovere” il problema e richiamare l’attenzione dei mezzi pubblici.

RAGUSA, CONDANNATO A 4 ANNI UN MEDICO DELL’ASP DI RAGUSA

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI