Palermo zona rossa, Orlando all’attacco: “Dati Regione probabilmente taroccati”

Leoluca Orlando prende di petto il tema della “zona rossa” a Palermo, ribadendo la propria posizione nel corso di un’intervista a Radio24/IlSole24ore e lanciando pesanti accuse alla gestione dei dati da parte della Regione.

Intervistato nel corso di Mattino24, afferma: “Ho chiesto zona rossa perché i dati che venivano forniti dalla Regione Sicilia erano contraddittori, e probabilmente taroccati, come se essere in zona gialla, arancione o rossa fosse un concorso a premi, come se bisognasse fare buona figura. Quando in realtà stiamo parlando della vita delle persone…”.

E aggiunge: “E’ stata necessaria un’inchiesta giudiziaria per avere dei dati che sembrano affidabili e che denotano purtroppo la necessità per la città di Palermo di ricorrere alla zona rossa. Ho chiesto che si adeguassero i provvedimenti a dati veri e no a dati fasulli”.

COVID, IN SICILIA VACCINI A RILENTO

PALERMO, ARMI E DROGA: SETTE PERSONE ARRESTATE

PALERMO IN ZONA ROSSA, ECCO COSA SI PUÒ FARE

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI