Palma di Montechiaro, pesante intimidazione nei confronti di un imprenditore

Pesante intimidazione nei confronti di un imprenditore agrigentino. Una testa di pecora mozzata, con un proiettile “conficcato” in un occhio, è stato trovata davanti l’ingresso della struttura turistica, in fase di realizzazione, e di prossima apertura, a Palma di Montechiaro. Con molta probabilità si tratta di un vero e proprio avvertimento.

La Procura della Repubblica ha aperto un fascicolo d’inchiesta, attualmente a carico di ignoti. L’allarme è stato lanciato dallo stesso imprenditore, dopo avere fatto la scoperta. Sul posto sono arrivati gli agenti del Commissariato di Palma, poi, è stato il turno del personale della squadra Mobile.

Gli esperti della Scientifica hanno effettuato i rilievi, e hanno preso in consegna la testa mozzata, e il proiettile per sottoporli a esami in laboratorio.

DECRETO COVID, ECCO TUTTE LE PRINCIPALI NOVITÀ

COVID IN ITALIA, I DATI DEL MONITORAGGIO SETTIMANALE

OLIMPIADI DI TOKYO, 18 SICILIANI A CACCIA DI UNA MEDAGLIA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI