‘Pasticcio’ Ztl a Palermo, la giunta comunale rimedia: sospensione fino 26 aprile

La giunta comunale di Palermo rimedia al “pasticcio” della Ztl diurna in centro storico, disponendone oggi la sospensione sino a lunedì 26 aprile compreso, salvo ulteriori proroghe. La precedente sospensione della Ztl scadeva ieri, 5 aprile e nella mattinata di giorno 6 ci sarebbero stati momenti di incertezza poiché alcuni varchi sarebbero stati indicati come “attivi”. Resta sospesa anche la Ztl in orario notturno.

L’assessore Giusto Catania ha commentato: “Per un disguido tecnico (dovuto ai tempi di sincronizzazione) qualche varco, per un breve periodo di tempo, ha dato informazioni erronee ma nessun automobilista sarà sanzionato perché l’ordinanza di sospensione è regolarmente in vigore”. L’assessore si rivolge poi piccato alla Lega: “Questo episodio è stato l’ennesima occasione per agitare polemica da parte di quale qualche esponente leghista. È evidente che la Lega usa la ZTL come “arma di distrazione” al fine di spostare il dibattito pubblico dalla gravi responsabilità che il partito di Salvini ha al governo del Paese e della Regione nella gestione della pandemia”.

Igor Gelarda (capogruppo Lega in consiglio comunale) e la responsabile della Lega giovani Palermo Elisabetta Luparello avevano commentato: “Compreso di avere fatto una grave castroneria con la riattivazione della Ztl, l’assessore Catania corre ai ripari e la sospende. Ci dicono che è stato solo un problema tecnico. Intanto questa mattina alcune persone hanno dovuto comprare il pass giornaliero, altre erano nella confusione totale. E poi se avessero avuto intenzione di sospenderla perché non hanno dato nessuna comunicazione ufficiale all’esterno? Ai giornali o ai palermitani?”.

COVID A PALERMO, SUPERATI i 250 MILA CASI OGNI 100 MILA ABITANTI

PALERMO VERSO LA ZONA ROSSA: LE PAROLE DI MUSUMECI

ORLANDO: “CHIESTE LE MISURE PIU’ RIGOROSE POSSIBILI”

I DATI ANALITICI DELLA SICILIA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI