Paternò, uccide il fratello dopo l’ennesima lite per soldi: arrestato un 34enne

Il 34enne Andrea Befumo è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Paternò con l’accusa di omicidio: l’uomo avrebbe ucciso con quattro colpi di arma da fuoco il fratello Paolo, 40 anni, al culmine dell’ennesima lite tra i due. La tragedia è avvenuta la notte scorsa in via Pergusa a Paternò

A scatenare la lite (secondo una prima ricostruzione) sarebbe stata l’ennesima richiesta di denaro da parte della vittima che sembra fosse tossicodipendente. L’arma utilizzata è una rivoltella calibro 38 detenuta legalmente.

Paolo Befumo era rimasto gravemente ferito, ma dopo essere stato trasportato d’urgenza nell’ospedale Santissimo Salvatore è deceduto poche ore dopo. Suo fratello, rintracciato subito da militari dell’Arma, è stato dichiarato in stato di arresto e condotto nella casa circondariale di piazza Lanza a Catania.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI