pedopornografia 51 indagati in una operazione partita da catania

Pedopornografia, arrestato commerciante a Palermo: sequestrati oltre 50 mila file

Un commerciante del quartiere Brancaccio a Palermo (F.G., di 51 anni) è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di detenere ingente quantità di materiale pedopornografico, a seguito di una indagine avviata dalla polizia postale su segnalazione della National Crime Agency britannica. É emerso il possesso da parte del soggetto di più di 50 mila file di pornografia minorile (video ed immagini), dal contenuto particolarmente raccapricciante, con vittime anche in tenerissima età.

I colleghi d’oltremanica avevano evidenza di una connessione da parte di un utente italiano che utilizzava programmi di file sharing per scaricare e condividere immagini di pornografia minorile, informazioni poi trasmesse alle autorità italiane per individuare il soggetto attraverso il tracciamento degli indirizzi IP.

Nel corso della perquisizione sono stati sequestrati anche svariati dispositivi (nr. 14 hard disk, nr. 2 PC, nr. 3 tablet, nr. 3 notebook, nr. 1 TV box, nr. 1 network video recorder, nr. 7 memory flash, nr. 2 videocamere, nr. 2 pen drive, nr. 10 nastri mini dv, nr. 1 fotocamera, nr. 1589 supporti CD/DVD).

In sede di convalida dell’arresto (avvenuto in flagranza di reato), tenuto conto della contestazione suppletiva di divulgazione di materiale pedopornografico avanzata dai Pubblici Ministeri, il GIP del Tribunale di Palermo ha disposto anche la detenzione in carcere.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI