Pesca, progetto pilota a Palermo: camion adibito alla degustazione di pesce

Un auto-camion mobile adibito a punto di ristorazione per gustare le ricette e i sapori del pesce locale direttamente in strada. A Palermo, nella borgata marinara di Mondello, parte un progetto pilota che prevede la messa a punto di un food track mobile dedicato al pesce sul modello di quelli già visti in Expo a Milano.

Il progetto pilota è stato nella graduatoria definitiva della misura 1.42 del Feamp, Fondo Europeo della Pesca, a favore dell’armatore di Palermo Francesco Paolo Caruso, proprietario del peschereccio Magellano II: entro sei mesi dunque sarà avviata la vendita e degustazione di pesce di giornata cucinato.

L’iniziativa (presentata a Travelexpo, ideata dalla compagna Claudia Lo Martire e sostenuta dalle progettiste dell’associazione Donne di Mare) è resa possibile da una nuova norma in vigore da gennaio che permette alle famiglie degli armatori di riutilizzare (anziché gettare via) fino al 5% del pesce sotto taglia, riducendo così gli sprechi e dando anche la possibilità di avviare delle attività imprenditoriali a livello familiare.

A fianco dell’iniziativa è prevista la nascita di un marchio di sostenibilità, che sarà realizzato dal Consorzio di Pesca “Op Pesca Sicilia Occidentale”, che si occuperà di gestione e controllo di filiera per la pesca, la trasformazione, la ristorazione ed il consumo responsabile.

L’auspicio è quello di replicare il progetto anche in altre realtà marinare, come accrescimento dell’offerta turistica e culturale ma anche un’opportunità di coinvolgimento attivo delle donne siciliane e delle famiglie, depositarie della tradizione culinaria marinara.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI