Pfizer avverte: “Nostro vaccino studiato per il richiamo a 21 giorni, attenersi agli studi”

Pfizer Italia prende posizione sulla decisione di Cts e Ministero della salute di estendere l’intervallo per il richiamo del vaccino fino a un massimo di 42 giorni. Ad esprimersi in merito è il direttore medico di Pfizer Italia, Valeria Marino, nel corso di una intervista a “Buongiorno” su Sky Tg24.

“Il vaccino è stato studiato per una seconda somministrazione a 21 giorni. – afferma – Dati su un range più ampio ne abbiamo solo nelle osservazioni di vita reale. La scelta è stata fatta dal Comitato tecnico scientifico che ha delle sue basi, ma osserveremo quello che succede”.

Allo stesso tempo Marino ribadisce infatti la linea della multinazionale, cioè quella di “attenersi a quanto è emerso dagli studi clinici (cioè la seconda somministrazioni a 21 giorni) perché questo garantisce i risultati che hanno permesso l’autorizzazione”.

VACCINI COVID E LIEVI PATOLOGIE: L’ELENCO COMPLETO CON I CODICI ESENZIONE

COVID, SICILIA VERSO LA ZONA GIALLA 

PALERMO, L’EX ASSESSORE MATTINA: “FIDUCIA NELLA MAGISTRATURA”

MAFIA, BLITZ NEL SIRACUSANO CONTRO IL CLAN TRIGILA 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI