Piazza Armerina, sbloccate le risorse per Palazzo Trigona della Floresta

“Dopo anni di inspiegabile impasse, trova finalmente il suo naturale compimento, grazie al governo Musumeci, il percorso di ripristino e riallestimento di Palazzo Trigona della Floresta, a Piazza Armerina in provincia di Enna”.

Ne dà notizia una nota della Presidenza della Regione.

Lo storico edificio di straordinaria bellezza – assieme al vicino Palazzo Vescovile e all’ex Convento della Trinità, sedi del Museo Diocesano e della Pinacoteca comunale – costituisce il cuore di un atteso progetto di recupero urbanistico, in una zona con elevata concentrazione di Beni monumentali e reperti archeologici.

Acquistato dalla Regione Siciliana nel 1959, grazie al progetto di consolidamento finanziato nel 1978 e con successivi interventi di restauro, conclusi solo nel 2012, il Palazzo ospita oggi gli uffici del Polo regionale di Piazza Armerina: spazi incantevoli, che da decenni necessitavano di un Piano di musealizzazione, tra fruizione e valorizzazione.

Entro l’estate del 2020 Palazzo Trigona avrà delle sale dedicate alla storia della città e al suo patrimonio storico-culturale. Qui saranno allestite vetrine e supporti per accogliere: elementi del periodo preistorico, arcaico, classico ed ellenistico, provenienti dal territorio; una dotazione multimediale di monitor e tavoli touch-screen per la navigazione interattiva, unendo un impianto espositivo più tradizionale alle moderne esigenze di fruizione tecnologica e multimediale. Sul piano della comunicazione e dei dispositivi per pubblico e turisti, viene inoltre finanziata una ‘app’ per supporti mobili, che consentirà ai visitatori di accedere a contenuti informativi, fra testi e immagini, tramite geo-localizzazion

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI