Piersanti Mattarella, 40 anni dopo: deposte cinque corone davanti al luogo dell’agguato

A Palermo è il giorno della memoria di Piersanti Mattarella, il presidente della Regione siciliana assassinato il 6 gennaio del 1980 davanti alla propria abitazione di via Libertà. Un delitto sul quale ancora c’è tanto mistero che la giustizia non è riuscita a risolvere.

Alle 9.00, davanti al luogo dell’eccidio, si è svolta una sentita cerimonia commemorativa con la deposizione di cinque corone di fiori, tra cui – per la prima volta – quella del governo: le corone sono state deposte ai lati della targa commemorativa che si trova proprio davanti al luogo in cui il presidente fu trucidato quella domenica mattina.

Presenti i familiari, tra cui figli e nipoti di Mattarella. Per il governo il ministro del Mezzogiorno, Giuseppe Provenzano; presenti le massime cariche istituzionali siciliane, il  governatore Nello Musumeci, il presidente dell’Assemblea siciliana Gianfranco Miccichè, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. Numerose anche le autorità civili e militari.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI