Pnrr, l’assessore Scilla all’Ars: “Recuperati 8 dei 31 progetti idrici bocciati, sono in regola”

Otto dei 31 progetti per le reti idriche in Sicilia bocciati nei giorni scorsi sono stati “recuperati”. Lo annuncia l’assessore regionale all’Agricoltura Toni Scilla riferendo all’Ars anche sull’incontro istituzionale tenuto col ministro Stefano Patuanelli, definito “cordiale e positivo”.

L’assessore riferisce che questi progetti avrebbero in realtà rispettato i parametri richiesti: sono 6 progetti esecutivi e due definitivi, per un valore complessivo di 121 milioni di euro: “Dalla riunione tecnica è emerso che gli 8 progetti in questione vanno bene”, riferisce ora l’assessore. Dei sei progetti esecutivi, tre riguardano il consorzio di bonifica Trapani 1; uno riguarda Agrigento 3; uno Ragusa 8; un altro a Caltagirone.

Scilla ha comunque voluto sottolineare le criticità della procedura affermando che “i parametri del Pnrr per le reti idriche non erano stati concordati in modo definitivo in sede di Conferenza Stato-Regioni. Anzi: l’8 ottobre è arrivata persino una nota per la convocazione della Conferenza Stato-Regioni dove verrà portato addirittura il bando, per il quale abbiamo già le graduatorie e i decreti. Questo per evidenziare semplicemente che non è vero che c’è stata poca attenzione nel corso delle varie interlocuzioni e non è vero che la Sicilia non ha avuto progetti (ad esempio Puglia un solo progetto, Sardegna due progetti… invece il Veneto 10)”.

AMAP: “A NOI NESSUN INCARICO PER IL FERRO DI CAVALLO, CHIARIRE LE RESPONSABILITÀ”

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 19 OTTOBRE 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 19 OTTOBRE 2021

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI