Pogliese sospeso, Barbagallo (Pd): “La Regione nomini subito un commissario straordinario”

Il deputato e segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo, ha presentato un atto ispettivo urgente all’assessorato regionale Enti Locali, dopo che la prefettura etnea ha notificato al sindaco di Catania, Salvo Pogliese, la sospensione dalla carica di primo cittadino in applicazione della legge Severino.

“A nostro giudizio non ci sono le condizioni che consentano a Salvo Pogliese di presiedere la conferenza della città metropolitana di Catania prevista per venerdì 28 gennaio attraverso un suo delegato”, afferma Barbagallo.

“Con la sospensione infatti, viene meno ogni tipo di potere di delega. Il governo regionale nomini immediatamente un commissario con le funzioni di sindaco metropolitano“, conclude.

Sulla stessa lunghezza d’onda Claudio Fava, deputato regionale di Cento Passi e Presidente della Commissione Regionale antimafia. “Catania non può restare ostaggio di Pogliese e dei bizantinismi della legge Severino. Il sindaco anteponga il bene della città ad ogni altra considerazione e si dimetta evitando di scaricare sulla città i suoi problemi con la giustizia. La città sta vivendo in uno stato di prolungato e doloroso abbandono: preda dell’emergenza rifiuti, di un disagio diffuso nelle sue periferie, senza una regia per l’utilizzo dei fondi del Pnrr. Pensare di poter lasciare la città ancora a lungo senza governo è un atto di irresponsabile presunzione. È legittimo che Pogliese si difenda nelle opportune sedi giudiziarie, ma lo faccia da privato cittadino e restituisca ai catanesi il diritto di scegliere con il voto un nuovo sindaco”.

PALERMO, VIAGGIAVANO DA NAPOLI CON LA DROGA NELL’AUTO MEDICA: DUE DENUNCE

NUOVO TRAGICO SBARCO A LAMPEDUSA: SETTE MIGRANTI MORTI, LA PROCURA APRE UN’INCHIESTA

SERGIO MATTARELLA LASCIA PALERMO PER IL RIENTRO A ROMA, UNA BIMBA LO ACCOGLIE IN STRADA

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI