ugl

Primo maggio, a Palermo la campagna UGL ‘Lavorare per Vivere’

Il tour dell’Ugl ‘Lavorare per Vivere’ arriva a Palermo per ricordare le 1133 vittime sul lavoro del 2018.

Altrettante sagome sono state installate in piazza Politeama, di cui 104 di colore rosso, per sottolineare come il fenomeno sia cresciuto del 10% nel 2018, rispetto all’anno precedente. L’obiettivo è sensibilizzare le istituzioni e i cittadini affinché sia rispettato e garantito il diritto alla sicurezza sul lavoro.

Secondo Paolo Capone, segretario generale Ugl: “occorre puntare su una maggiore cultura della sicurezza sui posti di lavoro e più formazione per i dipendenti. Con il tour ‘Lavorare per vivere’ l’UGL vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sul triste fenomeno delle ‘morti bianche’. Per questo stiamo dando il via a una campagna di sensibilizzazione nelle scuole, affinché si affermi una diffusa e partecipata cultura della sicurezza sul lavoro nei confronti dei giovani che rappresentano i futuri lavoratori e imprenditori del nostro Paese. Basta morire di lavoro!”.

Nei primi 4 mesi del 2019 la strage dei lavoratori non accenna ad arrestarsi: in base ai dati Inail gli incidenti sul lavoro con esito mortale sono 212. Si rilevano degli incrementi nel Centro e nel Mezzogiorno, con 5 casi in più al Centro (da 39 a 44) e 8 decessi in più al Sud (da 35 a 43) e nelle Isole (da 16 a 24). Nel solo trimestre gennaio-marzo 2019, in Sicilia, le morti sul lavoro sono pari a 15.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI