Priolo, tagliano la recinzione e rubano 300 kg di cavi di rame: arrestati padre e figlio

I Carabinieri della Stazione di Priolo-Gargallo hanno arrestato padre e figlio, due priolesi di 49 e 30 anni, con l’accusa di furto aggravato.

I militari hanno notato che la recinzione del magazzino di un noto stabilimento della zona industriale era stata tagliata. A seguito di un controllo più approfondito, i due sono stati sorpresi mentre trafugavano 300 chili di cavi di rame.

Padre e figlio sono quindi stati arrestati e posti agli arresti domiciliari. La refurtiva è stata restituita al proprietario e gli attrezzi da scasso sequestrati.

ADRANO: UN UOMO DI 53 ANNI MUORE NELL’INCENDIO DELLA PROPRIA CASA, FERITA LA MOGLIE

VACCINO ANTI-COVID, IN SICILIA È BOOM DI PRIME DOSI

DONNA SCOMPARSA NEL CATANESE, RITROVATO IL CORPO: IL FRATELLO SI ACCUSA DEL DELITTO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI