Processo ‘Montagna’, il Gup di Palermo condanna boss e gregari

400 anni di carcere complessivi sono stati comminati dal Gup del tribunale di Palermo, Marco Gaeta, a 37 imputati nel processo di mafia che prende il nome dall’operazione ‘Montagna’, una maxi inchiesta sulle cosche agrigentine. Diciassette gli assolti.

Il procuratore aggiunto di Palermo, Paolo Guido, e i pm della Dda Geri Ferrara, Claudio Camilleri e Alessia Sinatra avevano chiesto di condannare boss, gregari ed estorsori della mafia agrigentina.

L’inchiesta antimafia denominata “Montagna”, il 22 gennaio del 2018 ha sgominato le nuove famiglie mafiose della provincia di Agrigento che avevano dato vita a nuovo mandamento, chiamato appunto “Montagna”. A dare un contributo deciso, dopo gli arresti, fu la collaborazione con la giustizia dell’ex capomafia di Favara, Giuseppe Quaranta, a sua volta condannato a otto anni di reclusione con il riconoscimento delle attenuanti speciali previste dalla legge sui pentiti. I pm della Dda avevano chiesto 54 condanne per oltre seicento anni di carcere.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI