Processo Montante, il pm cita 84 testimoni: in lista pentiti, investigatori e giornalisti

Il pm Maurizio Bonaccorso ha citato i nomi di 84 persone come testimoni nell’ambito del processo al “Sistema Montante” davanti al tribunale di Caltanissetta (prossima udienza rinviata al 29 aprile), con 16 persone accusate di averne fatto parte. Tra gli 84 testimoni citati dal pm ci sono collaboratori di giustizia ma anche rappresentanti delle forze dell’ordine, magistrati, esponenti politici, imprenditori e giornalisti.

I collaboratori di giustizia citati sono Antonino Giuffrè, Salvatore Ferraro, Aldo Riggi, Pietro Riggio, Salvatore Dario Di Francesco, Ciro Vara e Carmelo Barbier e dovranno riferire in merito a possibili rapporti intercorsi tra Antonello Montante e Massimo Romano con appartenenti all’organizzazione criminale Cosa nostra.

I difensori degli imputati avevano chiesto invece di non ascoltare alcuni collaboratori di giustizia in quanto ritengono che eventuali rapporti esulano dal giudizio. Se invece la loro testimonianza verrà sentita, il legale di Montante ha chiesto di ascoltare anche quella di Vincenzo Arnone, testimone di nozze di Montante, considerato vicino a Cosa Nostra.

Fra i testi citati dal pm vi sono anche il dirigente della squadra mobile di Caltanissetta Marzia Giustolisi, gli ufficiali della Guardia di Finanza di Caltanissetta Lello Pisani e Pietro Milazzo , il capo della mobile di Palermo Rodolfo Ruperti, l’ex questore di Caltanissetta Bruno Megale, il maggiore dei carabinieri Fabrizio Cappelletti, il teste chiave dell’inchiesta Alfonso Cicero (parte offesa e parte civile), gli imprenditori Marco Venturi e Pietro Di Vincenzo, il magistrato ed ex assessore della giunta Crocetta Nicolò Marino, gli ex sindaci di Caltanissetta Salvatore Messana e Michele Campisi, l’attuale assessore al comune di Caltanissetta Pasquale Carlo Tornatore, l’assessore regionale Gaetano Armao, il giornalista Giampiero Casagni.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI